#instawriting

108,684 posts

Loading...
I should dictionary or sumthing
140 Character Story Submission 2 #scotialovesbooks This is my first time doing this sort of thing 😥 but it was fun! . Made with #canvaapp . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . #gillerprize #storysubmission #contestsubmission #writing #writingcommunity #writingofig #writersofinstagram #writerscommunity #writings #writersgram #instawriter #instawriters #amateurwriter #amateurwriting #writers_den_ #write #writer #story #shortstory #flashfiction #140characters #story #instawriting #bold #oh
First, be honest with yourself. (@chorkie_ginny_johns is four years old, for those following along at home.) . . • • • [#ImageDescription : A meme has a photo of my hand holding a dog cookie that has dog icing spelling “YAPPY BIRTHDAY”. Ginny waits below, her tail wagging so fast it’s a blur. My caption below reads, “I’ve become a person who buys baked goods for dogs.” - Alaina Johns] . . . . #freelancewriting #writinglife #inspirationalquotes #motivationalquotes #writersofinstagram #writer #writersofig #writersofinsta #nonfiction #amwriting #phillywriter #instawriting #inspiration #writerscommunity #igwriters #instawrite #accessibility
Part (1/2) The Moon Melody With hope that my hope would not be shattered, I hand it to you. Something that moon told me. Today I stood looking at the moon. It told me something. First, allow me to tell you something you don't know about me, if you know me. I am nearsighted. But, to much relief, it's only for my right eye. With left eye it's perfect (almost). So, I (almost) never bother to wear glasses, since I can see perfectly well with both eyes. Here lets address Left eye's almost ; well, if you know the cylindrical effect, yes that's it! With slight cylindrical effect my left eye cannot focus very luminous objects properly. .. Now lets come back to the story. So, when I look at the moon without my glasses -which I doubt, I ever will with glasses on, moon is one of the things I would never want to see with something, anything, ahead my eyes- I would say I find it like a queen gleaming on her coronation, beaming light; only if were optimistic. Optimistic, I am, but also to my surprise I don't find the moon like that. I find it like a king in all his glory, with emptiness in his heart, the ache that he seems to have everything. I don't know of a time I looked at moon and I did not feel an itch in my heart. I cannot recall when its beauty did not feel like pricking my heart. As I stand longer, I feel that beam of moonlight transform to magic moonlight, and as I try listen more closely it sounds like the voice of secrets. . A small, humble question: When did things started talking? . Answer: They always did. Nature talks, only if you are willing to listen. As Rumi says, "The quieter you become, the more you are able to hear." Sorry, for the distraction. Anyways, moon seems all but tired of telling stars jokes so that they would laugh a twinkling laugh for you. The funnier the joke, the harder they would twinkle. But what mostly seems, is not mostly true. Continued... #instadaily #instagood #writing #quotes #blogger #blog #alveenawrites #nowiseethelight #instawriter #instawritings #instawriting #pakistanwrites #bookstagram #quotes #blogging #personalblog #literature #moon #moonlight #melody
I don't really believe in auras or shit like that, but I like to visualize people as clouds of constantly rolling, semi-transparent colours. The most interesting people- to me are those few with multi-coloured clouds. #poems #poetsofinstagram #poetryofinstagram #poem #writersofinstagram #writer #poetryisnotdead #instawriting #instapoetry
Nati in questo giorno 16 Ottobre 1854 - Oscar Wilde (164 anni fa): "C'è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se." È uno dei tanti aforismi lasciati dal più irriverente ed eccentrico autore della letteratura occidentale. . . #mywriting #writingcommunity #instawriting #handwriting #copywriting #Igwriting #screenwriting #writinglife #letterwriting #writingtips #writingsonthewall #signwriting #picoftheday #writingislife #songwriting #writingchallenge #writingprompt #writingabook #writings #poetry #writinginspiration #essaywriting #creativewriting #amwriting #freewriting #writingofinstagram #contentwriting #lovewriting #scriptwriting #writing
"A controlled explosion of creativity." That's how one of our retreat alums described the experience. It's a vacation, class, detox, workshop, and writing adventure all rolled into one. Take your work to the next level: retreat yourself. Our next event is five days in Shimla, India in January 2019. Visit thestoryretreat.com for more info. #instatravel #instawriting #retreats #vacation #indieauthor #indieauthors #writersblock #askauthor #writingcoach #selfpublishing #litchat #screenwriting #storytelling #booklover #booknerd #wip #creativewriting #penit #peninternational #streamofconsciousness #writingcircle #newauthor #adventure #vacation #shortstory #writersofig #writerscommunity
better days are coming ——————————————————————— Posting this because I have been on a low lately. I haven’t been writing, reading or doing anything for that matter. I’ve honestly just felt like shit. Slowly though I feel myself getting out of whatever slump I’ve been in. So here’s to better days coming, hopefully my writing will pick up again as well. ——————————————————————— #poem #words #writing #poetry #spilledink #poetrycommunity #writerscommunity #writer #poet #wordsforthought #quotes #micropoetry #poemsporn #writersofinstagram #poetsofinstagram #loveyourself #wordporn #poetryisnotdead #thoughts #selfexpression #writersofig #poetsofig #art #scribbles #betterdaysahead #instawriting #textpost #venting #highsandlows
Change is not always to your loss, it can be a welcome benefit 😀
Es ist so vertraut – genauso, wie früher. Plötzlich kommen all meine Erinnerungen wieder hoch, alle gleichzeitig, alle auf einmal. Als hätten sie auf etwas gewartet. Ich dachte einst, ich hätte sie während eines Spaziergangs verloren, irgendwo, in dieser freien Großstadtwildbahn, wo sie mir weggelaufen wären und sich ohne Vorwarnung vor mir versteckt hätten. Ich habe mir immer vorgestellt, wie jede Erinnerung einzeln verstreut auf dem Boden, im Gras oder im Gebüsch kauert. Jede voneinander getrennt. Alle so kreuz und quer im Park verteilt. • 👉 Mehr? Link in Bio! #lesen #schreiben #texten #schreibenundempfinden #geschichtenausdemleben #geschichten #empfinden #writing #poetryoflife #instawriting #wörtertanz #wörterbebildern #wörterliebe #wortspiel #wordporn #blog #emotionen
di vederti. David Grossman
drive safe || • 025 ⭐️
Sono quella che sono. Un caso inconcepibile come ogni caso. In fondo avrei potuto avere altri antenati; e così avrei preso il volo da un altro nido; così da sotto un altro tronco sarei strisciata fuori in squame. Nel guardaroba della natura c’è un mucchio di costumi: di ragno, gabbiano, topo campagnolo. Ognuno calza subito a pennello e docilmente è indossato finché non si consuma. Anch’io non ho scelto, ma non mi lamento. Potevo essere qualcuno molto meno a parte. Qualcuno d’un formicaio, banco, sciame ronzante, una scheggia di paesaggio sbattuta dal vento. Qualcuno molto meno fortunato, allevato per farne una pelliccia, per il pranzo della festa, qualcosa che nuota sotto un vetrino. Un albero conficcato nella terra, a cui si avvicina un incendio. Un filo d’erba calpestato dal corso di incomprensibili eventi. Uno nato sotto una cattiva stella, buona per altri. E se nella gente destassi spavento, o solo avversione, o solo pietà? Se al mondo fossi venuta nella tribù sbagliata e avessi tutte le strade precluse? La sorte, finora, mi è stata benigna. Poteva non essermi dato il ricordo dei momenti lieti. Poteva essermi tolta l’inclinazione a confrontare. Potevo essere me stessa – ma senza stupore, e ciò vorrebbe dire qualcuno di totalmente diverso. Nella moltitudine di Wislawa Szymborska
La vita – è il solo modo per coprirsi di foglie, prendere fiato sulla sabbia, sollevarsi sulle ali; essere un cane, o carezzarlo sul suo pelo caldo; distinguere il dolore da tutto ciò che dolore non è; stare dentro gli eventi, dileguarsi nelle vedute, cercare il più piccolo errore. Un’occasione eccezionale per ricordare per un attimo di che si è parlato a luce spenta; e almeno per una volta inciampare in una pietra, bagnarsi in qualche pioggia, perdere le chiavi tra l’erba; e seguire con gli occhi una scintilla nel vento; e persistere nel non sapere qualcosa d’importante. Un appunto di Wislawa Szymborska
Lui ha messo Il caffè nella tazza Lui ha messo Il latte nel caffè Lui ha messo Lo zucchero nel caffellatte Ha girato Il cucchiaino Ha bevuto il caffellatte Ha posato la tazza Senza parlarmi S'è acceso Una sigaretta Ha fatto Dei cerchi di fumo Ha messo la cenere Nel portacenere Senza parlarmi Senza guardarmi S'è alzato S'è messo Sulla testa il cappello S'è messo L'impermeabile Perché pioveva E se n'è andato Sotto la pioggia Senza parlare Senza guardarmi E io mi son presa La testa fra le mani E ho pianto. Prima colazione di Jacques Prévert
come va il tuo caos vitale?
john williams | Stoner
Mentre sistemava la stanza, che lentamente cominciava a prendere forma, si rese conto che per molti anni, senza neanche accorgersene, come un segreto di cui vergognarsi, aveva nascosto un’immagine dentro di sé. Un’immagine che sembrava alludere a un luogo, ma che in realtà rappresentava lui. Era dunque se stesso che cercava di definire, via via che sistemava lo studio. Mentre smerigliava le vecchie assi per la libreria e vedeva attenuarsi la ruvidezza della superficie e la patina grigia sfaldarsi per scoprire finalmente il legno in tutta la purezza della grana e della tessitura. Mentre restaurava i mobili e li disponeva nella stanza, era se stesso che lentamente ridisegnava, era se stesso che rimetteva in ordine, era a se stesso che dava una possibilità. john williams | Stoner
john williams | Stoner
Chi sei tu, veramente? Un umile figlio della terra, come ti ripeti davanti allo specchio? Oh, no. Anche tu sei uno dei malati: sei il sognatore, il folle in un mondo ancora più folle di lui, il nostro Don Chisciotte del Midwest, che vaga sotto il cielo azzurro senza Sancho Panza. Sei abbastanza intelligente, di certo più del nostro comune amico. Ma in te c’è il segno dell’antica malattia. Tu credi che ci sia qualcosa qui, che va trovato. Nel mondo reale scopriresti subito la verità. Anche tu sei votato al fallimento. Ma anziché combattere il mondo, ti lasceresti masticare e sputare via, per ritrovarti in terra a chiederti cos’è andato storto. Perché ti aspetti sempre che il mondo sia qualcosa che non è, qualcosa che non vuole essere. Sei il maggiolino nel cotone, tu. Il verme nel gambo del fagiolo. La tignola nel grano. Non riusciresti ad affrontarli, a combatterli: perché sei troppo debole, e troppo forte insieme. E non hai un posto al mondo dove andare. john williams | Stoner
niente nothing nic nichts rien nada Franz Kafka | Lettere a Milena
ernest hemingway Il vecchio e il mare | The old man and the sea
Io non ti chiedo di portarmi una stella celeste solo ti chiedo di riempire il mio spazio con la tua luce. Io non ti chiedo di firmarmi dieci fogli grigi per poter amare solo chiedo che tu ami le colombe che amo osservare. Dal passato non lo nego ci arriverà un giorno il futuro e del presente cosa importa alla gente se non fanno altro che parlare. Io non ti chiedo Segui quest’attimo colmandolo di motivi per respirare non concederti non negarti non parlare solo per parlare. Io non ti chiedo di andarmi a prendere una stella celeste solo chiedo che il mio spazio sia pieno della tua luce. Mario Benedetti
next page →