eduardoestatico

eduardo estatico

Eduardo Estatico, classe 1985. Executive chef al Jkitchen di Capri e di @pinturicchio40_flaminio a Roma. Artigiano della cucina

Loading...
Orgoglioso del mio amico Salvatore Izzo, tra qualche giorno impegnato nella prestigiosa competizione di chef emergente guidata dai fenomenali Luigi Cremona e Lorenza Vitali. Su il sipario! . . . #eduardoestaticochef #eduardo #estatico #chef #roma #rome #foodporn #emergente #capri
Autunno e si riparte! Tra breve il nuovo menu da @pinturicchio40_flaminio e nuove interessanti date di cene a 4 mani! . . . #estatico  #eduardo  #eduardoestatico  #chef  #roma  #capri
Per fare un servizio efficace è necessario preparare tutta le linea nei minimi dettagli. Con il lavoro di base ben realizzato è possibile concentrarsi su tutte le preparazioni espresse, osservare la brigata muoversi come un uomo solo e far uscire in sala piatti spettacolari! . . . #eduardo #eduardoestatico #chef #roma #capri #estatico
Per fare un buon servizio è necessario muoversi in brigata come un unico uomo, come una linea retta, come un orologio puntuale. Il segreto è quello di credere sempre nei giovani e nelle loro possibilità. Così come, fino a pochi anni fa, i miei maestri hanno creduto in me! . . . #eduardo #estatico #eduardoestatico #roma #rome #caprii
È incredibile quanto sia riflessivo il mondo della ristorazione, non basta la passione e la bravura, il tutto va condito con la cultura. Le paste ripiene, per quanto è lunga e a forma di stivale, l’Italia conserva una grande tradizione culinaria, non regionale ma locale, da paese a paese, non a caso i ripieni sono nati come recupero, poco nobili in tanti casi, fino ad arrivare agli anni 80 dove lo sfarzo prevedeva il cambio idea del ripieno non più da recupero ma come elemento cardine del piatto, tranci di salmone, gamberi, astice e filetto venivano nascosti dentro un involucro di pasta. Io ho riflettuto tanto, ho preso in mano la storia, le vecchie abitudini, ed ecco qui che sono venuti fuori i miei ravioli alla Mugnaia. La salsa come ripieno e l’astice come ingrediente cardine d’accompagnamento, la salsa nascosta, un’esplosione di sapore, farina di grano arso tostata, noce moscata la spezia come via del cuore, il limone come acidità, ingrediente di collegamento alla mia terra. Ho avuto la fortuna di ascoltare e di vedere a lavoro grandi maestri dove mi hanno insegnato che la verità in cucina è l’ingrediente principale. Ravioli alla mugnaia, astice blu, zucca, limone e noce moscata. . . . #autunno2018 #jkitchen2018 #eduardoestaticochef #cucinacomecultura #suilsipario
L’autunno è una delle stagioni che amo di più, la grande cucina classica è sempre fonte d’ispirazione e non potevo riproporre questo secondo piatto, nella stagione della caccia volevo cucinare la lepre ma per territorio e per reperibilità del prodotto ho sostituito il coniglio alla lepre, un prodotto di altissima qualità e non omologato. Dal menù autunno al JKitchen Coniglio dei Monti Lattari alla Royale, tartufo nero, carote di Polignano glassate all’arancia e cumino. . . . #facciamoloclassico #eduardoestaticochef #jkitchen2018 #pinturicchio40
Torna l'autunno. E come ogni cambio di stagione la nostra carta è di nuovo in divenire...con particolare attenzione ai rossi e alle annate migliori . . . #eduardoestatico  #estatico  #eduardo  #roma  #capri
Il ragù di Eduardo (De Filippo) sarà presente da @pinturicchio40_flaminio per tutta la stagione autunnale e sarà il perno fondamentale del menu degustazione che porta il mio - e quindi il Suo - nome. Perché cucinare a volte è come recitare... . . . #eduardo #estatico #eduardoestaticochef #eduardoestatico #roma #capri
Pochi gesti per dare il giusto sapore alle preparazioni . . . #eduardo #eduardoestaticochef #eduardoestatico #chef #roma #capri
Il cilindro. Le sfogliatelle d'estate. Il ragù in tre atti in autunno.  Sempre più Eduardo. Presto anche da @pinturicchio40_flaminio . . Progetto grafico dello straordinario:  @therealemiliolecce . . #suilsipario  #capri  #roma  #rome  #food  #chef  #eduardoestatico  #eduardo
Concentrazione. Occhi sulla padella e, quando girati, orecchie ai suoni e agli sfrigolii. Odore per cercare di capire se il sale è giusto, se la cottura è completa. Assaggiate tutto e testate qualsiasi cosa prima di far uscire qualunque piatto dalla cucina. . . . #eduardoestaticochef #eduardo #estatico #roma #capri #chef
Guardare sempre avanti. Un gesto antico . . . #eduardoestaticochef #eduardo #estatico #chef #roma #capri #rome
Sempre in cerca di ispirazione. Tra poco: Autunno... . . . #eduardoestaticochef #eduardo #eduardoestatico #estatico #roma #rome #capri
La vera soddisfazione è veder tornare piatti finiti, vissuti e gustati. Questo è il nostro lavoro: far mangiare con gusto e, quando ci riusciamo, far ricordare emozioni felici . . . #eduardoestatico #estatico #eduardo #chef #roma #rome #capri
Arravogliare. Un'abitudine mai persa... . . . #eduardo  #eduardoestatico  #roma  #rome  #capri  #pasta  #spaghetti  #chef #eduardoestaticochef
Il teatro è la fonte più forte d’ispirazione della mia cucina. Eduardo in «Sabato e domenica e lunedì» declina il ragù su antipasto, primo e secondo.  Questo è il mio ragù, con una preparazione metodica, personale e intima. Forte è il ricordo dell’attesa e della preparazione del sugo di mia nonna, sempre in competizione con quello sciacquariello di mia mamma. Amavo il profumo che correva per la casa e il cuzzutiello del pane inzuppato in questo oro rosso. #eduardo  #eduardoestatico  #estatico  #foodporn
In cucina è obbligatorio pensare. Riflettere sui profumi, ricordare un gusto, pensare ai colori, alla stagionalità. Quando si cucina è necessario pensare alla cultura e alla tradizione italiana. E' necessario pensare e riflettere bene se vuoi comporre un nuovo piatto, equilibrato e dinamico. In cucina bisogna pensare costantemente a come migliorare giorno dopo giorno. Perché non esiste cucina senza metodo e pensiero . . . #eduardoestatico  #estatico  #chef  #roma  #capri  #eduardo
next page →